F1, Senna confermato sino al Brasile. Heidfeld lascia

F1, Senna rimane – Il titolo GP2 conquistato con autorità a Spa faceva pensare ad un prossimo approdo di Romain Grosjean, magari a partire da Singapore sino a fine stagione cancellando così le pessime prestazioni fatte registrare nel 2009. Ma a quanto pare il settimo posto in griglia ed una gara condotta su buoni livelli (nonostante un bruttissimo errore alla prima curva) hanno consentito a Bruno Senna di prolungare il suo accordo con la Lotus-Renault. Inizialmente il brasiliano doveva restare al volante della monoposto numero nove solo per due gare, lasciando poi il posto al giovane francese sino alla fine della stagione. Ora invece i piani della squadra anglo-francese sono mutati e il nipote dell’indimenticato Ayrton potrà finalmente provare tutto il suo valore nella massima serie.

Questione Heidfeld –Lotus Renault GP è lieta di annunciare che Bruno Senna è stato nominato pilota ufficiale del team accanto a Vitaly Petrov per tutto il resto della stagione 2011” afferma il comunicato stampa “Romain Grosjean rimane la terza guida”. Sulla carta quindi la questione è definitivamente chiusa, almeno per quanto riguarda l’anno corrente. Restava da risolvere l’inghippo contrattuale con Heidfeld, rimasto improvvisamente a piedi e pronto a battaglie legali pur di tornare a correre. Per evitare ciò, le due parti hanno avviato intensi colloqui ed incontri, sino a raggiungere un comune accordo evitando la via degli avvocati. L’unica cosa certa è che Nick non vestirà più la tuta nera-oro e, se vorrà rimanere in Formula uno, dovrà trovarsi una nuova (ed ennesima) sistemazione.

Tutto risolto –Il nostro disaccordo con Nick è stato molto seguito dai media negli ultimi tempi, siamo lieti di essere arrivati ad una soluzione rapida e ragionevole. Siamo grati a Nick per il contributo di valore che ha dato, abbiamo vissuto bei momenti insieme, come il podio in Malesia. Gli auguriamo ogni successo per il futuro” Dice il team manager Eric Boullier evitando enfasi e sentimento. Dal canto suo il tedesco non riesce a scordare la cocente delusione: “Sono deluso di lasciare il team nel bel mezzo della stagione. Pensavo di poter ancora dare un grande contributo alla squadra, ma ora devo rivolgere la mia attenzione verso il futuro Di mercato perciò si tornerà a parlare a motori fermi. Ora la parola passa di nuovo alla pista, con la nostra leggendaria Monza pronta a regalarci nuove emozioni. 

Riccardo Cangini