Granata: Fli non perda la direzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37

“Senta, noi dobbiamo ritrovare lo spirito di un anno fa, altrimenti è finita“. A sostenerlo è stato il “falco” di Fli, Fabio Granata, che in un’intervista a Il Fatto Quotidiano ha oggi fotografato la difficile situazione in cui versa il suo partito. A un anno dall’ufficializzazione dello “strappo” a Mirabello, il pasdaran finiano ha ammesso il momento di sofferenza del suo schieramento, segnato da divisioni e dissidi che rischiano di far naufragare il progetto del presidente della Camera. “Dobbiamo costruire un’Italia diversa dal berlusconismo – ha tagliato corto Granata – altrimenti ci dissolviamo“.

Lontano dalle macerie – Di cose che non vanno in Fli ce ne sono parecchie e un finiano di ferro come Fabio Granata è disposto ad ammetterle senza ipocrisie o reticenze. “Siamo stati determinanti per la rottura del sistema berlusconiano – ha detto a Il Fatto Quotidiano – e non vogliamo ritrovarci sotto le macerie proprio nel momento in cui sta crollando. Dobbiamo interpretare un ruolo vicino a una certa posizione culturale. Quindi legalitaria, repubblicana e costituzionale. Più una capacità di esprimere innovazione e coerenza aggrappati – ha aggiunto il finiano – al filo rosso di quella frattura politica”.

All’opposizione del Pdl – Un disegno che Granata considera imprescindibile per risalire la china: “Oggi siamo al minimo storico, al 3,3% – ha fatto notare – mentre a novembre dello sorso anno eravamo all’8,5. Questo è un fatto. Come è un fatto che vinciamo dove ci presentiamo all’opposizione del Pdl. È accaduto in Sicilia e in Sardegna. Lì abbiamo intercettato anche un voto di sinistra e abbiamo sfiorato il 9%. Se la scelta del Terzo polo è strategica – ha precisato Granata – deve essere ovunque e al primo turno”.

In cerca di una direzione – E ancora:  “Dobbiamo tornare alla forza, all’intuizione che ha avuto Fini nel creare un soggetto identitario attraverso argomenti chiave – ha spiegato l’esponente di Fli – e puntare su legalità, difesa dei diritti civili, cittadinanza per i figli di immigrati e lotta agli sprechi della politica”. “Siamo nel cuore della traversata del deserto – ha concluso Granata – e non dobbiamo perdere la direzione di marcia”.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!