Latina, Nas sequestrano cento tonnellate di alimenti contaminati

Sono più di cento le tonnellate di prodotti alimentari sequestrati dai Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell’Arma (Nas) a Latina. A essere oggetto delle ispezioni dei militari è stata un’azienda produttrice di alimenti a base di pomodoro (passate, ketchup, concentrati).
Circa 136.000 confezioni sono state trovate in condizioni tali da rendere subito evidente il bisogno del sequestro: i barattoli, infatti, presentavano i classici rigonfiamenti dovuti alla contaminazione da batteri.
I contenitori, inoltre, in molti casi erano arrugginiti e sporcati anche da escrementi volatili.

Mercati europei – A quanto pare i prodotti incriminati, che in alcuni casi mancavano ancora di etichettatura, erano destinati a entrare nei mercati comunitari, specialmente quello greco, quello tedesco e quello francese.
Ulteriori controlli fatti sullo stabilimento hanno portato i Nas a definirlo come una struttura fatiscente. Sui prodotti sequestrati, infine, verranno effettuate ulteriori analisi per accertare fino a che punto l’incuria dei responsabili abbia potuto mettere a rischio la salute dei consumatori.
Stando a quanto riportato da un lancio dell’Agenzia giornalistica italiana (Agi), “il valore di mercato degli alimenti sottratti alla distribuzione commerciale ammonta a 140mila euro“.

S. O.