Manovra, Tremonti incontra Bossi che non cede sulle pensioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:18

C’è ancora tempo per mettere mano alla manovra correttiva e il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, lo sa. Per questo il titolare di via XX settembre è ieri volato a Milano per incontrare il leader leghista, Umberto Bossi, e il pasdaran padano, Roberto Calderoli. Un incontro di circa due ore, nel corso del quale Tremonti ha tentato di trovare una sintesi su pensioni e Iva. Quindi il ritorno a Roma dove il responsabile dei conti pubblici ha partecipato a una riunione ministeriale con i tecnici del suo dicastero per fare il punto sul discusso provvedimento.

Nessuno tocchi le pensioni – E’ stata la sede milanese della Lega di via Bellerio a fare ieri da cornice all’ennesimo incontro tra Giulio Tremonti e Umberto Bossi. I due ministri, in compagnia di Roberto Calderoli, si sono ritrovati seduti a un tavolo per parlare di manovra economica e per passare in rassegna le possibili limature al testo. Stando a quanto riferito dai beninformati, il Senatur avrebbe ribadito il proprio no agli interventi sulle pensioni e sarebbe convenuto sull’opportunità di non modificare l’Iva.

A Roma con i tecnici – Nel pomeriggio il ministro dell’Economia era atteso a Piacenza per la quarta edizione del “Festival del Diritto”, ma ha dovuto rinunciare (con grande dispiacere di un gruppo di contestatori che aveva pensato di accoglierlo inalberando manifesti con su scritto: “L’Italia bagnata da tre mari e prosciugata da Tremonti. Vampiro“) per tornare subito a Roma. Dove, nella sede del suo dicastero, era stata convocata una riunione con i tecnici impegnati a trovare la quadra sul provvedimento che da oggi verrà discusso in Senato.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!