Muore dopo 9 giorni di coma: salutiamo Licitra, il nuovo Pavarotti

Addio a Salvatore Licitra – Dopo 9 giorni di coma non ce l’ha fatta a risvegliarsi e ci ha abbandonati. Salvatore Licitra, 43 anni, di Berna, è morto all’ospedale Garibaldi di Catania, in seguito ad un grave incidente in vespa avvenuto lo scorso 27 agosto in Sicilia, dove si era recato per ricevere il Premio Ragusani nel Mondo. Una grande voce e un impeccabile talento: con lui non solo l’Italia ma tutto il mondo, dalla Scala al Metropolitan, perde una preziosa promessa della musica lirica.

Il nuovo Pavarotti – Scoperto da Muti nel 2000, in una recita di Tosca, Licitra era considerato da molti l’unico potenziale erede della grandezza di Luciano Pavarotti. E non solo per una coincidenza di aventi. Nel 2002 infatti dovette sostituire il cantante modenese al Metropolitan di New York soltanto 2 ore prima dell’inizio dello spettacolo e il risultato fu un minuto di applausi e la consacrazione al successo.

Senza mai scordare le origini – Nonostante la formazione musicale e i clamorosi successi l’abbiano portato in giro per il mondo con i classici della lirica italiana, Licitra non ha mai dimenticato la propria terra d’origine, la calda Sicilia e l’affettuosa Ragusa, alla quale era legatissimo. Il suo trionfo e la precoce scomparsa dimostrano ancora una volta che purtroppo sono sempre i migliori ad andarsene. Chapeau.

Corinna Trione