Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Tensioni Israele-Turchia: adesso scoppia anche la ‘guerra degli aereoporti’

CONDIVIDI

Tensioni Israele-Turchia. Israele e Turchia continuano il loro lungo braccio di ferro, che ha portato ad una profonda e preoccupante incrinatura nelle reciproche relazioni diplomatiche. Diversi cittadini israeliani e turchi si sono lamentati infatti per dei controlli particolarmente bruschi ed intensi, che hanno dovuto subire nelle dogane degli aeroporti di Istanbul e di Tel Aviv. Le denuncie di questi cittadini sono arrivate dopo le mancate scuse di Benjamin Netanyahu per l’attacco alla nave Mavi Marmara, che nel maggio dell’anno scorso portò all’uccisione di 9 cittadini turchi diretti verso Gaza, e dopo l’espulsione dello scorso venerdì dell’ambasciatore israeliano presente ad Ankara.

Numerose denunce incrociate – Le frizioni diplomatiche tra Israele e Turchia hanno coinvolto ora anche i cittadini di entrambi i paesi. Ad Istanbul una giovane sposa israeliana ha accusato le guardie dell’aeroporto locale, perchè l’avrebbero trattenuta per parecchi minuti in una stanza, facendola spogliare fino alla biancheria intima. La donna ha poi detto di essersi rivestita, di aver lasciato il passaporto ai funzionari turchi, e di essere stata condotta in un’altra stanza, nella quale erano presenti altri suoi connazionali, con i quali ha lasciato poi la Turchia. Denuncie simili sono arrivate anche da diversi cittadini turchi presenti a Tel Aviv. Da Israele non sono arrivate repliche su ciò che è avvenuto all’aeroporto di Tel Aviv, mentre dalla Turchia è arrivato il commento del vice-governatore di Istanbul, che ha parlato di “Stesso trattamento che loro applicano ai viaggiatori turchi, applicato in ossequio al principio di reciprocità“.

Simone Lo Iacono

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram