A Tamarreide molta finzione. Parola di Marika Baldini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57

Tamarreide – Dichiarazioni piuttosto interessanti quelle che Marika Baldini, ex concorrente di Tamarreide, il reality che indagava sulla vita di un gruppo di “tamarri” ha rilasciato su Top che mettono in discussione la veridicità del programma condotto da Fiammetta Cicogna.  Il reality, che ha avuto un boom di ascolti nonostante le contestazioni che si sono succedute per le volgarità e il fatto di essere diseducativo, intendeva indagare proprio sulla vita di un gruppo di ragazzi i cui linguaggi e prerogative erano piuttosto discutibili. L’apoteosi del trash, potremmo dire, facendo eco alla sua chiara volontà di mettere in mostra “quel mondo”, tamarreide appunto, che però, stando alle dichiarazioni di Marika era più che altro una semplice copertina di un programma confezionato e costruito a dovere.

“Nei reality è sempre tutto vero – confessa Marika Baldini su Top –  O almeno così ho sempre sentito dire. Ma in Tamarreide non c’era questa pretesa. In alcuni momenti lo era, in altri c’era spontaneità, ma non verità; in altri nemmeno spontaneità. Io, comunque, parlo per me stessa: la Marika che avete visto in Tamarreide è diversa da me”. Secondo le dichiarazioni dell’ex concorrente dunque, Tamarreide sarebbe stato pensato proprio per sortire l’effetto che effettivamente ha avuto sul pubblico senza però badare a verità o finzione e lo testimonia la stessa Marika quando dice: “Non sono un tipo che corre dietro agli uomini, mentre molto del programma era concentrato nella costruzione del mito di Manuel e nei suoi conflitti con Claudio e io servivo a questo, era funzionale alla storia una ragazza contesa. Quando ho rivisto le puntate pareva che io mi sciogliessi di fronte a lui, mentre tutti, lui compreso, sanno che non potrebbe mai essere così”.

A.O.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!