Calcio,Inghilterra-Galles: un morto dopo scontro tra tifosi

Londra, Inghilterra – Ritorna l’incubo degli scontri tra tifosi in Inghilterra. E’ vero, loro giocano senza barriere negli stadi. Ma quando, purtroppo, perdono la calma, sono capaci di gesti folli. Proprio ieri, a poche ore prima dell’inizio del match giocato a Wembley valevole per le qualificazioni a Euro 2012 tra Inghilterra e Galles (1-0 per la squadra di Capello), è morto un tifoso gallese, Mike Dye di 44 anni. Il supporter venuto dal Galles è deceduto in ospedale, sembra per colpa di un attacco cardiaco, dopo che era stato trasportato in ospedale con una serie di ferite al capo scaturite da una rissa prima del match. La polizia inglese ha già aperto un’inchiesta, e fa sapere che sono subito stati fermati sei sostenitori del Galles sospettati di aver partecipato anche loro alla rissa. Secondo la polizia gli aggressori conoscevano l’identità dell’uomo, un sostenitore del Cardiff City, club della seconda divisione inglese. Al momento, comunque, gli ultras inglesi non risulterebbero coinvolti nell’aggressione. Forse, quindi, si tratta di una lite scoppiata all’interno dei supporter gallesi. Magari per differenti vedute rispetto alla formazione titolare, o forse perché Dye tifava la squadra ‘sbagliata’. Di certo, però, rimane una cosa: non si può morire per colpa di un pallone, una cosa che dovrebbe unire anziché dividere.

Andrea Iori