Cuneo: perseguitava l’ex fidanzato, arrestata romena

Chi pensa che lo stalking riguardi esclusivamente gli uomini, si sbaglia: un’operaia di 30 anni di Asti è stata bloccata ed arrestata dai carabienieri alcune sere fa con l’accusa di atti persecutori.

Perseguitava l’ex fidanzato – La donna, infatti, non era riuscita ad accettare la fine della sua relazione con il fidanzato, un imprenditore agricolo di 40 anni originario di Alba, ed aveva cominciato a perseguitarlo, seguendolo sul luogo di lavoro, appostandosi sotto casa sua e chiamadolo insistentemente al cellulare, sperando che l’ex compagno cambiasse idea e acconsentisse ad una riappacificazione. I pedinamenti andavano avanti da circa due mesi, da quando l’uomo aveva deciso di porre fine alla relazione che durava da circa un anno: i due si erano conosciuti in un bar del centro storico di Alba e la donna aveva dichiarato fin da subito la sua intenzione di sposarlo.

Costretto in casa – Purtroppo per la donna, però, il rapporto non era epilogato secondo i suoi piani ed il rifiuto l’aveva indotta a perseguitare l’ex compagno. L’imprenditore, a causa delle continue vessazioni che era obbligato a subire, era stato costretto a barricarsi in casa: nessuna uscita con gli amici, né relazioni sociali di alcun genere, anche le sue visite in azienda erano diminuite, per la paura di incontrare la donna e di essere ancora minacciato da lei. Sfinito, l’imprenditore ha deciso di sporgere denuncia e, nei giorni scorsi, si è presentato in caserma. Dopo l’arresto la donna è stata rimessa in libertà in attesa di giudizio, ma le è stato imposto il divieto di avvicinamento alla vittima.

Francesca Theodosiu