Marcello Lippi a Newnotizie: “Scudetto? Milan e Napoli favorite. La Nazionale sembra quella del 2006”

Marcello Lippi a Newnotizie- Il caso Totti, lo Scudetto, il calciomercato, la Nazionale e il futuro da allenatore. Questi sono i temi trattati nell’intervista esclusiva che Marcello Lippi ha rilasciato ai microfoni di Newnotizie. L’ex Ct della Nazionale si è mostrato molto riservato sul caso Totti scoppiato in casa Roma qualche giorno fa, lasciando la questione alla società giallorossa: Baldini lo ha definito pigro, poi c’è stata la seguente querelle con Sabatini. Lei come definisce Francesco Totti? Preferisco parlare di calcio giocato. Queste sono cose dove è meglio non entrare dall’esterno e lasciare la questione ai protagonisti, internamente alla società.

Il calciomercato e lo Scudetto- Secondo l’ex allenatore di Juventus e Inter, non c’è stata una squadra che ha surclassato le altre sul piano del calciomercato, ma più o meno si sono mosse tutte nel modo giusto: Qual’è la squadra che si è mossa meglio sul mercato? Secondo me tutte hanno operato bene e, ovviamente, secondo le proprie esigenze. C’è chi aveva bisogno di cambiare volto, chi di rinforzare l’organico. Son stati acquistati giocatori importanti, a testimonianza che non è vero che i giocatori bravi non vengono in Italia: vedi Forlan, tra i 5 attaccanti più forti al mondo, arrivato all’Inter. Sono arrivati giocatori importanti alla Juventus come Vidal che è un calciatore molto interessante. Il Napoli si è rinforzato qualitativamente e numericamente per affrontare le varie competizioni. Il Milan è sempre la squadra da battere? Il Milan e  il Napoli hanno un leggero vantaggio sulle altre: i rossoneri hanno confermato l’allenatore dell’anno scorso mentre al Napoli Mazzarri è lì da due anni. Conte e Gasperini, invece, dovranno lavorare molto.

Capitolo Nazionale e il futuro da allenatore-  A Marcello Lippi piace molto la Nazionale di Cesare Prandelli, nella quale rivede la sua squadra che ha trionfato a Berlino nel Mondiale del 2006: Le piace la Nazionale di Prandelli? Si, mi piace molto. Vedo grande voglia di partecipare, grande entusiasmo. Mi ricorda molto la squadra dei miei primi due anni che vinse in Germania nel 2006, spero possa essere di buon auspicio… La chiusura dell’intervista è dedicata al Lippi allenatore, con l’ex Ct azzurro che non ha alcuna intenzione di restare un altro anno fermo: Quando rivedremo in panchina Marcello Lippi? Son stato un anno fermo e la volontà è quella di non rimanere fermo un altro inverno. Ho avuto tante offerte l’anno scorso, ma se dovesse arrivare quella che mi piace… di sicuro non me la lascerò sfuggire. Se dovesse scegliere tra Italia o estero? L’anno scorso mi sono arrivate offerte anche dall’Italia… ma se dovessi scegliere, preferirei l’estero.

Intervista a cura di Antonio Pellegrino