Usa, piano da 300 miliardi di dollari per salvare l’occupazione

Nel pacchetto di misure salva lavoro che sarà al vaglio del Congresso la prossima settimana si parlerà di investimenti nelle infrastrutture, sgravi fiscali e aiuti diretti a Stati e amministrazioni locali.
Il piano per l’occupazione, anticipato da Bloomberg, costituirà il tema centrale del discorso di Barack Obama fissato per domani 8 settembre.

La mancata crescita. Il presidente Obama inviterà il Congresso a coprire i costi di breve periodo legati alle misure per l’occupazione con un programma di rimborsi fiscali negli anni successivi, all’interno di un piano più ampio di riduzione del deficit di lungo periodo. Il rilancio della crescita economica del Paese è cruciale per una possibile rielezione di Obama il prossimo anno, visto il calo di consensi riscontrato negli ultimi mesi.
I recenti dati sull’occupazione negli Usa sono, infatti, allarmanti ed hanno contribuito ad innescare una spirale di vendite su tutte le piazze finanziarie mondiali. Nel mese di agosto non è stato creato un solo posto di lavoro in più e il tasso di disoccupazione è rimasto fermo al 9,1%, nonostante siano passati più di due anni dalla fine della recessione iniziata con il crack del 2008. Un recentissimo sondaggio del Washington Post-ABC News, infatti, ha evidenziato che oltre il 60% delle persone intervistate non condivide la gestione della crisi economica da parte del presidente e, soprattutto, il modo in cui è stato affrontato il problema principale, la disoccupazione.

M.N.