Gheddafi: Sconfiggeremo i ‘ratti’ e la Nato

In Libia la guerra va avanti con al centro della scena i tre protagonisti che da mesi si affrontano senza essere riusciti ancora ad acquisire il pieno controllo sul territorio. Nello specifico da una parte vi sono le truppe degli Alleati, riunitesi sotto l’egida della Nato, e le milizie dei ribelli libici mentre dall’altro i gruppi leali al colonnello Muammar Gheddafi, il rais che da più di quarant’anni guida dispoticamente il paese nordafricano.
Negli ultimi giorni numerose sono state le voci circa una possibile fuga fuori dal Paese da parte di Gheddafi. L’ultima destinazione individuata sarebbe il Niger. Tuttavia, a oggi, nessuna conferma ufficiale è giunta, anzi si contano soltanto smentite da parte degli uomini vicini al rais. D’altronde ammettere che Gheddafi possa vagliare l’ipotesi di abbandonare la Libia sarebbe un duro colpo per tutti coloro che combattono ancora in nome della sua persona, un modo per preannunciare la sconfitta definitiva.

Alla radio – Se ieri è giunta a parlare era stato il portavoce del colonnello, oggi l’emittente Arrai Tv ha trasmesso un messaggio audio registrato da Gheddafi in persona.
Queste le parole del rais: “I giovani sono ora pronti ad aumentare la resistenza contro i ‘ratti’ (il termine con cui definisce i ribelli) a Tripoli e a sconfiggere i mercenari. Sconfiggeremo la Nato … e la Nato è respinta dal popolo libico“.
Riguardo all’esistenza di convogli che da giorni viaggiano verso il Niger, Gheddafi ha detto: “Colonne di convogli vanno avanti e indietro dal Niger per portare beni e persone fuori dalla Libia o in Libia, che dicono che Gheddafi stia andando in Niger. Non è la prima volta che un convoglio fa avanti e indietro dal Niger”.

S. O.