Pancho Pardi: A Paese di m.. premier di m.. (video)

Pardi shock: A paese di m..  premier di m.. . A prima vista potrebbe sembrare un’uscita troppo volgare quella di cui ieri si è reso protagonista Francesco “Pancho” Pardi, esponente dell’Idv e senatore. Il suo intervento in Senato durante le votazioni per la manovra finanziaria  ha scatenato le ire di molti.  In realtà, di volgarità ce ne sono ben poche, anzi, Pardi fa sfoggio di termini complessi  e cita apprezzate correnti poetiche per arrivare ad una conclusione,  in effetti piuttosto pesante,  che ha indotto il PdL a chiedere la sua sospensione.

La frase incriminata. “persino qualche poeta ermetico – spiega Pardi – potrebbe sentirsi costretto ad immaginare la formula a Paese di m.. premier di m”. Paese di m.. è  il modo in cui Berlusconi aveva definito l’Italia durante una telefonata con Lavitola, intercettata nell’ambito dell’inchiesta su Tarantini (ora in carcere) e lo stesso Lavitola (tecnicamente latitante, ma che ha fatto sapere di essere in Brasile e di poter spiegare tutto al suo ritorno) riguardante presunte estorsioni ai danni del Premier, il quale comparirà in aula settimana prossima, questa volta come parte lesa. Il paragone fatto da Pardi, probabilmente con più di una punta d’ironia, non è però per niente piaciuto al centro-destra. Francesco Casoli (PdL) ha definito Pardi un “troglodita della politica” consigliando all’opposizione di “non candidare più determinati personaggi in futuro”.

A.S.