Sacconi e storiella sulle suore: Infuria la polemica

Roma – Scoppia la polemica dopo l’esempio fatto dal ministro del Lavoro per spiegare l’articolo 8 della manovra. Insorgono le senatrici del Partito democratico: “Intervento incommentabile e intollerabile“. Il Comitato ‘Se non ora quando’: “Non sarebbe accaduto in nessun altro Paese democratico“.

Le parole di Sacconi –
Come dice il detto “chi va con zoppo …” anche il Ministro Sacconi, come il premier ha fatto più volte, ha raccontato una storiella sulle suore: “Faccio un esempio un po’ blasfemo per rispondere alla Cgil rispetto agli scenari apocalittici che ha fatto. Vale quello che disse una suora in un convento del ‘600, dove entrarono dei briganti. Le violentarono tutte tranne una. Il Santo Uffizio la interrogò e le chiese: “Ma come mai non è stata violentata?”. Lei rispose: “Perché ho detto di no..‘”.
Sono queste le parole dette dal Ministro Sacconi per spiegare l’articolo 8 della manovra finanziaria votata al Senato con la fiducia proprio nella serata di ieri.

Infuria la polemica –L’intervento del ministro Sacconi ad Atreju è incommentabile e intollerabile. Sacconi si scusi pubblicamente con tutte le donne, per aver riesumato, nella furia della difesa della propria ideologia e dell’attacco alla Cgil, il peggior armamentario sessista e misogino“, ha detto Rita Ghedini, senatrice del Pd e componente Commissione Lavoro.
Speravo che certe categorie fossero ormai inutilizzabili (non oso sperare che non siano ‘pensabili’ da chi svolge un ‘ministero’ pubblico, evidentemente sono tutte, pienamente e strutturalmente parte della cultura paternalista ed autoritaria che il governo di cui Sacconi è parte incarna in ogni sua scelta, che riguardi le donne, il lavoro, la salute o la libera determinazione“, ha concluso la senatrice.
Stona in bocca a Sacconi una barzelletta sulle suore! Si possono fare paragoni meno ‘sacrileghi’, ma soprattutto è inaccettabile che venga violata la dignità delle suore, donne che sanno dare esempi di autentica immolazione. Con una inutile gaffe si è evocato un atto criminale che suore martiri hanno subito davvero durante la recente tremenda guerra in ‘Kosovo’ “, ha commentato Mariapia Garavaglia, altra senatrice del Partito Democratico.

Matteo Oliviero