Gemelline siamesi, ieri il funerale

Funerale per le gemelline siamesi. E’ stato un funerale in forma privata quello che si è celebrato ieri a Ravenna per le due gemelline siamesi, morte martedì sera all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Le due sorelline siamesi erano nate lo scorso giugno, ma nonostante i tentativi di salvarle non ce l’hanno fatta: unite per il torace e l’addome, condividevano un unico cuore. Le salme sono state trasportate nel paese del Ravennate dove vive la famiglia.

Commozione durante il rito funebre. Il rito – comunica una nota dell’associazione Papa Giovanni XXII cui i genitori delle due piccole sono legati – è stato officiato da padre Matteo Pettinari, amico di famiglia. ”Ogni membro del corpo di Cristo ha una sua missione – ha spiegato padre Pettinari -: Rebecca e Lucia hanno vissuto e compiuto la loro, senza la quale Cristo e noi saremmo ora più poveri. In loro Cristo si è fatto presente in maniera particolare”.

Le condizioni di salute erano peggiorate. Le piccole, ha fatto sapere il policlinico, “sono decedute alla presenza dei genitori”. La direzione sanitaria del Sant’Orsola aveva comunicato che la criticità delle condizioni delle gemelle nate congiunte non avrebbe permesso alcun tipo di intervento. Le piccole, scriveva l’ospedale, “presentano un progressivo e incalzante quadro di aggravamento delle condizioni generali con modesta risposta ai trattamenti. Attualmente le condizioni sono precarie e non lasciano spazio a ulteriori atti terapeutici, che si mantengono perciò protettivi e proporzionati alla risposta clinica”. Qualche ora dopo le gemelle sono morte. L’idea era quella di fare crescere le bambine in modo da tentare l’impianto di cuore a una delle due, ma non è stato possibile.

Adriana Ruggeri