Il Suv mimetico e il ‘bauscia milanese’

Lapo e il suo Suv mimetico – L’aveva già fatto una volta, a Milano, bloccando letteralmente un tram con il suo Suv mimetico che in realtà non si mimetizza affatto. E oggi è stato beccato ancora. Questa volta è successo a Torino: Lapo Elkann aveva voglia di un aperitivo e ha pensato bene di mollare la sua micro machine in totale divieto di sosta, precisamente sull’area carico e scarico dell’hotel Principi di Piemonte. Così come a Milano, inevitabile non riuscire a contenere l’ira di quanti, tra passeggeri, autisti e automobilisti, si sono ritrovati imbottiglia ti per colpa di un inutile jeeppone maculato.

Ma il rispetto dov’è? Traffico in tilt, cittadini furibondi, interruzione di servizio pubblico e multa salata a quanto pare non sono bastati al ‘rampollo’ di casa Agnelli. E anche se la seconda volta non ci sono andate di mezzo le rotaie del tram, certo è che a subire le conseguenze di certi atteggiamenti ‘stravaganti’ sono sempre i ‘comuni mortali’. E lui, Lapo, tra berretti e colletti alzati, non ha proprio rispetto per nessuno.

Non c’è peggior sordo… – Di chi non vuol sentire. La verità è che per un cittadino qualunque una multa da 1500 euro avrebbe pesantemente  influenzato la sua vita almeno fino a fine mese. Il ‘povero’ Elkann evidentemente non ha di questi problemi. Lui è risalito in auto nella più totale indifferenza e ignorando gli insulti, mentre i cittadini sono tornati a lavoro più nervosi di prima.

C. T.