F1, Monza: Vettel in pole, solo quarto Alonso

F1, qualifiche di Monza – Non cambia il copione della Formula 1, ma cambia il registro per la Red Bull: nella storia della scuderia la pole position a Monza significa la prima in assoluto. Ad ottenerla è ovviamente il leader della classifica generale Sebastian Vettel con un risultato di 1:22.275. Alle spalle del tedesco ci sarà Lewis Hamilton che conquista la seconda posizione in griglia (a +0.450); dietro di lui subito il compagno di scuderia Jenson Button (+0.502) e Fernando Alonso (+0.566), che strappa il quarto tempo a Mark Webber (+0.697). Soltanto sesto Felipe Massa.

Parte forte la McLaren – Nella Q1 era partito forte Hamilton, che insieme con Button aveva chiuso Vettel nella morsa tra le due monoposto inglesi: Alonso, a rallentatore, si era posizionato a un decimo dal tedesco facendo però ben sperare. Escono subito Alguersuari, Trulli e Kovalainen, mentre Pastor Maldonado, nonostante riesca a distruggere la sua Williams, arriva in extremis alla Q2. Rallentano le Ferrari nella seconda sessione con Alonso che non sforza la macchina e si accontenta del quinto posto, mentre Massa gli si piazza alle spalle: fa subito capire che fa sul serio, invece, Vettel che parte fortissimo e stacca Button e Hamilton: al quarto posto sorprende Nico Rosberg, che non solo stacca di tre posizioni il compagno di squadra Michael Schumacher, ma va a rompere anche gli equilibri delle Red Bull.

Ferrari furba, ma disattenta – Nella Q3 la Ferrari si fa furba e lancia Alonso con Massa in scia, cercando di piazzare due buoni tempi: lo spagnolo riesce a fare l’andatura e il brasiliano lo segue di pochi decimi. A distruggere però i piani ci pensa la McLaren con Hamilton e Button, che aprono le danze proseguite poi da Vettel: tutti si piazzano a più di un decimo dal ferrarista che quindi prova l’assalto alla seconda fila riuscendo solo all’ultimo giro a guadagnare il posto tanto anelato e beffando Mark Webber. Michael Schumacher chiude all’ottavo posto davanti al compagno di squadra Rosberg, mentre Senna preferisce non scendere in pista mantenendo l’ultima posizione utila della Q3, la decima.

Mario Petillo