11 Settembre: due seconde serate per non dimenticare

Su Rete 4, questa sera, seconda serata.  Il ricordo dell’attacco terroristico alle Torri Gemelle deve rimanere vivo in tutti noi e per non dimenticare Rete 4 propone, in esclusiva, due seconde serate in grado di commemorare le vittime nel migliore dei modi e di informare il grande pubblico su quella che è stata una grandissima tragedia per tutti, non solo per il popolo americano. Ieri sera, sabato 10 settembre, alle 23:45, in prima visione, è andato in onda, il documentario intitolato “Gli eroi dell’11 settembre”. Questa sera, domenica 11 settembre, invece, andrà in onda, sempre in seconda serata, il film che narra la storia di uno degli aerei dirottati, “United 93”.

United 93. Questa sera sarà la volta del film che narra la storia di uno degli aerei dirottati, ma che grazie al coraggio di passeggeri ed equipaggio non raggiunse mai l’obiettivo e si schiantò vicino Shanksville nella Contea di Somerset in Pennsylvania, a circa 150 miglia a nord-ovest di Washington. Ricordare non vuol solo sapere cosa è successo. Bisogna comprendere i motivi e scavare a fondo fra le storie per poter imparare dagli errori e per poter, invece, tentare di emulare gesta di persone così coraggiose da donare la propria vita a favore degli altri.

Gli eroi dell’11 settembre. Centodueminuti di sgomento in grado di ribaltare la weltanschauung politica, economica e sociale mondiale e di seminare il panico generale. Ripercorrere quei momenti, quegli attimi interminabili è lo scopo del documentario, “Gli eroi dell’11 settembre”, il cui titolo originale sarebbe “9/11 Colliding Lives”, prodotto da Discovery Channel. Il documentario ha dato spazio, quindi, alle piccole vicende umane, a coloro che si sono ritrovati intrappolati all’88° piano della Torre Nord del World Trade Center, a tutte le persone comuni che hanno compiuto scelte di coraggio e valore senza ricevere alcuna medaglia. In primis è stata narrata la storia dei 77 sopravvissuti, salvati  grazie a due magnifici eroi: l’architetto Frank De Martini e l’ispettore Pablo Ortiz. In un inferno di fuoco, fumo e fiamme, queste due persone, armate solo di torcia, palanchino e ricetrasmittenti, hanno recuperato molte persone intrappolate ai piani superiori e sono morte proprio aiutando gli altri.  Il documentario, poi, è stato riproposto questa mattina alle ore 13:45 in modo tale che, anche quelli che se lo sono persi, hanno potuto scoprire le storie di eroi straordinari.

Alessandra Solmi