Auto, in bilico l’accordo tra Suzuki e Volkswagen

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:29

La casa automobilistica giapponese Suzuki ha annunciato, attraverso un comunicato circolato stamane in Europa, di avere deciso di porre fine alla sua collaborazione industriale e alla partecipazione nel capitale con la tedesca Volkswagen, una partnership iniziata di fatto nel 2009. La decisione è maturata sulla base di differenti vedute strategiche. La casa nipponica reputa attualmente difficile l’attuazione pratica delle collaborazioni tecnologiche che erano alla base dell’accordo, optando per la rottura dello stesso.

Il no di Volkswagen. La replica della Volkswagen non s’è fatta attendere. Circa un’ora fa il gruppo tedesco ha fatto sapere di non avere intenzione di rompere i suoi legami industriali ed azionari con la Suzuki, reputando così vano il tentativo del gruppo giapponese di rompere la partnership tra le due società in atto dalla fine del 2009. “Siamo sempre interessati”, a proseguire la collaborazione con Suzuki e a restare nel suo capitale sociale, ha dichiarato un portavoce della Volkswagen. “Non abbiamo cambiato idea” sul destino della partecipazione di quasi il 20% nella Suzuki tenuta dal gruppo tedesco.
In realtà, però, la collaborazione con la Suzuki è in difficoltà già da diverse settimane, con la Volkwagen che sostiene di aver anche individuato una “infrazione” commessa da Suzuki nel contratto che li lega. Suzuki, sostengono voci vicine al produttore tedesco, otterrebbe, infatti, i suoi motori diesel da un altro produttore concorrente, che sarebbe la Fiat.

M.N.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!