Serie A, Catania-Siena 0-0: Sannino ‘ingolfa’ Montella

Catania-Siena 0-0. Il Campionato 2011/2012 di Catania e Siena inizia con un pareggio a reti bianche. La gara andata in scena ieri al Massimino è finita infatti 0 a 0. Una gara che non ha regalato grossi spunti, perché il Siena ha cercato per prima cosa di non prenderle, e di affidarsi agli spunti di Gonzalez e Calaiò. Il Catania di Montella invece è apparso un po’ congestionato: la manovra della squadra rossazzurra infatti non è stata brillante, e raramente ha creato dei pericoli al portiere avversario. Il caldo e la buona disposizione in campo del Siena potrebbero aver frenato i rossazzurri, che però dovranno mostrare un maggior mordente nel prossimo impegno, in programma tra sette giorni contro il Cesena.

Toscani ben messi in campo – E’ partito bene il Siena a Catania, che nei primi minuti di gioco ha sfiorato l’1 a 0 con Calaiò e Gonzalez. La formazione di Montella è uscita dal guscio nei minuti successivi, ed ha risposto alle iniziative senesi con qualche timido tentativo portato avanti da Maxi Lopez e Biagianti, che la squadra allenata dall’ex-tecnico del Varese ha neutralizzato senza problemi. Nei minuti successivi i rossazzurri hanno cercato di sfruttare anche qualche calcio piazzato per portarsi in vantaggio, ma hanno tremato su un’uscita a vuoto di Andujar, su cui ha rimediato Spolli, e su un’iniziativa portata avanti da Gonzalez nel finale di primo tempo, dove il portiere argentino si è mostrato pronto, parando senza problemi. 

Ritmi soporiferi nella ripresa – Nel secondo tempo il Catania è tornato in campo con un piglio più deciso. Gli etnei infatti hanno spinto con maggiore convinzione, ed hanno cercato la via del gol con Gomez, Maxi Lopez e Ricchiuti. Il Siena però si è difeso con ordine, e non è andato sotto. Sannino però non ha voluto correre rischi, ed al 54’ ha tolto un esausto Gonzalez per mettere in campo Angelo, disegnando così un più prudente 4-4-1-1. Montella ha cercato di smuovere le cose in campo, schierando anche Catellani, Lodi e Sciacca. Il ritmo della gara però è andato via via scemando sino allo 0 a 0 finale, che faceva capolino sul grande schermo luminoso che sovrasta il Massimino

Simone Lo Iacono