Serie A, Roma-Cagliari 1-2: Conti ed El Kabir affondano Luis Enrique

Serie A, Roma-Cagliari 1-2 – Chi si attendeva una Roma tonica e decisa a spegnere le mille polemiche nate dopo la clamorosa eliminazione in Europe League è rimasto, a dir poco, deluso. I giallorossi sono stati sconfitti per 2-1 in casa dal Cagliari. E Luis Enrique sente la sua panchina diventare bollente. Un Luis Enrique che non è riuscito ancora a dare la sua impronta di gioco e che chiede tempo: “Per cambiare stile di gioco abbiamo bisogno di lavorare, dobbiamo acquisire velocità e concretezza. Di certo non cambierò la mia idea di calcio per fare piacere ad altri. Entusiasta, invece, il tecnico del Cagliari, Ficcadenti: “Ci siamo costruiti la vittoria, giocando meglio nel primo tempo e sfruttando le chance capitateci nella ripresa. Siamo un gruppo unito, di gente che si conosce da anni nella maggior parte dei casi. Questo ci favorisce e non poco”.

Cagliari incisivo – La Roma parte forte ma cala presto, complice il gran caldo: gli attaccanti, oltretutto, non riescono a trovare con facilità conclusioni degne di tale nome, tanto che Agazzi si sporca i guanti solo al 16′. E’ il Cagliari, invece, che sfrutta una buona incisività e si dimostra pericoloso: l’azione clou arriva al 43′ quando Biondini colpisce di destro dal limite ma incontra la traversa. Un campanello d’allarme per i giallorossi.

Mazzata – La Roma di inizio ripresa è aggressiva e volitiva: Bojan esce e al suo posto entra Borriello. Proprio quello che appariva come un separato in casa va vicino al gol al 63′ ma Agazzi è strepitoso nel negargli la gioia della rete. Passano appena 5 minuti e Josè Angel, autore di una prestazione degna di nota fin lì, macchia tutto rinviando corto su un cross e regalando a Conti (5° gol alla Roma) la rete del vantaggio. Pochi giri di lancetta e il terzino spagnolo si vede sventolare da Gava un sacrosanto rosso per un fallo gratuito su Biondini. Roma in 10 ma che trova anche la forza di spingersi in avanti: Borini, entrato per Osvaldo, si vede annullare il gol per un netto fuorigioco. E così il Cagliari in contropiede trova il raddoppio con un preciso diagonale di El Kabir. La rete di De Rossi all’ultimo respiro rende meno amara, ma solo nel punteggio, la sconfitta. E l’ambiente Roma è più torrido che mai.

Edoardo Cozza