Chinasi C Epsilon, l’enzima della dipendenza da fumo e alcol

L’enzima colpevole della dipendenza. Finalmente possiamo dare la “colpa” a qualcuno, o meglio, ad una molecola, per la dipendenza dal fumo e dall’alcol. Si chiama Proteinchinasi C Epsilon (PKC) ed è l’enzima responsabile di tali dipendenze.  A scoprirlo sono stati i ricercatori della ‘Ernest Gallo Clinic and Research Center‘ dell’Università della California di San Francisco.

Lo studio. Oggetto dello studio: la dipendenza dal fumo e dall’alcol. Grazie a dei topi di laboratorio, sottoposti ad ubriacatura forzata, gli studiosi hanno constatato che, neutralizzando la Pkc dal metabolismo cerebrale, il desiderio di alcol calava notevolmente nelle cavie. Un’altra scoperta ha evidenziato come, la stessa proteina, funzioni ugualmente con la nicotina. Probabilmente l’enzima ha un ruolo fondamentale nel mediare le sensazioni di piacere associate al consumo di alcol e fumo. Infatti nei topi, come nell’uomo, la nicotina si lega ai recettori nicotinici. Il rilascio di dopamina provoca la sensazione di piacere collegata al fumo della sigaretta. I topi, in assenza di Pkc, presentano meno recettori nicotinici attivi, perciò sono meno attratti dall’acqua e dalla nicotina messa a loro disposizione dagli scienziati. L’ipotesi è che senza la molecola “potrebbe non esserci lo stesso senso di ricompensa da nicotina o alcol”, proprio perché “l’enzima sembra che regoli la parte del sistema di ricompensa che coinvolge questi recettori nicotinici”, spiega Robert O. Messing, ricercatore e direttore della Ernest Gallo Clinic and Research Center. “Il passo successivo della ricerca – continua – sarà quello di sviluppare un composto che inibisce il PKC epsilon“. “L’obiettivo è realizzare farmaci che potrebbero tagliare i ponti con la dipendenza“, termina lo studioso.
Questo studio potrebbe, quindi, essere un forte alleato nella lotta contro il fumo e l’alcol e, si spera, un aiuto anche per chi non riesce, con la propria volontà, a farne a meno.

Giusi Taurisano