Commissione Ue presenterà opzioni per eurobond

La Commissione europea presenterà presto le opzioni per introdurre gli eurobond. Alcune di esse potrebbero essere adottate con l’attuale trattato mentre altre necessiterebbero delle modifiche. È stato il presidente della Commissione Ue Josè Manuel Barroso a riferirlo oggi al Parlamento europeo. Barroso, però, ha anche specificato immediatamente di non ritenere che da soli tali strumenti possano risolvere la crisi dell’eurozona e che sarà proposta anche una tassazione sulle rendite finanziarie.

La via degli eurobond. “Voglio confermare che la Commissione presenterà presto le opzioni per l’introduzione degli euro bond” ha riferito Barroso al Parlamento europeo.
Il presidente della Commissione ha anche evidenziato che l’unico modo per spezzare il ciclo negativo delle crisi del debito è una maggiore integrazione della zona euro e che gli eurobond non costituirebbero una soluzione immediata agli attuali problemi. “Dobbiamo essere onesti, non porterebbero alla soluzione immediata dei problemi che stiamo affrontando e sarebbero solo un elemento di un più vasto approccio verso un’ulteriore integrazione politica ed economica”.

L’Italia. Ieri lo stesso Barroso aveva avuto un “proficuo incontro” con il premier Silvio Berlusconi durante il quale aveva definito “importante” l’impegno dell’Italia a realizzare il pareggio di bilancio nel 2013. “Le ultime misure che il Presidente del Consiglio mi ha presentato in dettaglio sono designate per permettere all’Italia di centrare quell’obiettivo. Sono anche benvenute in quanto rappresentano un passo nella giusta direzione verso la rimozione degli ostacoli strutturali che attualmente impediscono all’Italia di compiere il suo potenziale di crescita. Un’attuazione rapida, efficace e rigorosa è quindi essenziale”. Barroso ha anche accolto con favore l’impegno per inserire il principio del pareggio di bilancio in Costituzione e per snellire gli apparati istituzionali.

M.N.