Spara al padre e poi si suicida, tragedia nel centro di Pisa

Ha dato appuntamento al padre in un garage pubblico e gli ha sparato; poi, si è tolto la vita. E’ quanto avvenuto la notte scorsa in via Pascoli, nel centro di Pisa, dove Bernardo Bandettini, un noto ed affermato dentista della città, ha prima ucciso il padre con un’arma da fuoco e poi si è suicidato.

Non accettava la nuova famiglia del padre – Secondo i primi accertamenti effettuati dai carabinieri, l’uomo avrebbe invitato il padre a salire nella sua auto, parcheggiata in un garage pubblico del centro e poi gli avrebbe sparato due colpi di pistola: poi, probabilmente assalito dal senso di colpa, avrebbe rivolto la stessa arma che aveva utilizzato per uccidere l’uomo, contro se stesso, ammazzandosi. L’uomo, Maurizio Bandettini, anch’egli noto professionista della città di Pisa, è stato trovato dai carabinieri riverso sul sedile posteriore dell’auto, ormai privo di vita. Secondo quanto si appreso da prime indiscrezioni, negli ultimi tempi, padre e figlio litigavano spesso: l’anziano, infatti, era separato dalla moglie da diversi anni ed aveva sposato una donna di nazionalità rumena, dalla quale aveva avuto anche una bambina. Il rifiuto di accettare questa nuova famiglia potrebbe essere il motivo che ha scatenato l’ira di Bandettini, epilogando, in questo caso, in un omicidio-suicidio. I carabinieri, che hanno aperto un’indagine, stanno cercando, comunque, di ricostruire la dinamica del delitto.

Francesca Theodosiu

(Foto di Fabio Muzzi – da “iltirreno.gelocal.it”)