Yara, gip non convalida la richiesta di archiviazione per Fikri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:03

Il giallo di Brembate di Sopra potrebbe vedere riaprire un capitolo in un primo momento considerato chiuso, anche se mai ufficialmente. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, il giudice per le indagini preliminari Vincenzo Maccora non ha ritenuto sufficienti gli atti depositati a suo tempo dal pubblico ministero Letizia Ruggeri, da quasi sette mesi titolare delle indagini, circa la richiesta di archiviazione della posizione dell’operaio marocchino Mohammed Fikri.
L’uomo era stato sospettato di aver rapito la ragazzina e di averla uccisa, nei giorni successivi alla scomparsa avvenuta nel tardo pomeriggio del 26 novembre 2010 quando Yara Gambirasio uscì dalla palestra senza mai riuscire a ritornare a casa.
A portare gli investigatori sulle tracce di quell’operaio furono due elementi: innanzitutto l’impiego dei cani molecolari che fiutarono il passaggio della tredicenne dal cantiere edile di Mapello – dove Fikri aveva lavorato proprio in quel periodo – e poi un‘intercettazione telefonica in cui, in un primo momento, si pensò che il marocchino ammettesse il proprio ruolo nella vicenda.

Traduzione errata – Ma la convinzione degli inquirenti dovette presto scontrarsi con un’altra realtà: la traduzione dall’arabo all’italiano dell’intercettazione che sembrava inchiodare l’operaio era stata viziata da alcuni gravi errori. Un caso di lost in translation, per dirla alla Sofia Coppola, che riapriva il giallo e portava gli investigatori a rilasciare Fikri in quanto erano venute a cadere tutti gli indizi che avevano portato alla sua persona.
Adesso però la decisione del gip di Bergamo dà adito alle opinioni di chi ipotizza un ritorno dell’attenzione della Procura nei confronti del marocchino. Tra di essi vi è stato anche il settimanale Oggi che negli scorsi giorni ha dato notizia di nuove indiscrezioni circa l’arma utilizzata dall’assassino: sarebbe un arnese usato dai piastrellisti, un oggetto dunque che un operaio del cantiere di Mapello avrebbe potuto possedere.

S. O.