Champions League, Manchester City-Napoli 1-1: Cavani non basta, Kolarov firma il pari

Manchester City-Napoli 1-1 – Il Napoli va ad un passo dall’impresa. Ma anche l’1-1, a conti fatti, rende felice Mazzarri. E non solo, o non tanto, per il punto d’oro conquistato su un  campo difficilissimo come quello del Manchester City, quanto per la grande prova di maturità mostrata al cospetto di una squadra dai valori individuali nettamente superiori. I partenopei soffrono l’impatto con l’Europa dei grandi, rischiando qualcosa nella prima parte della gara, ma  vengono fuori alla distanza dimostrando di meritare i palcoscenici della Champions. Una traversa per parte nel primo tempo (Lavezzi per il Napoli, Tourè per gli inglesi), poi gli azzurri giocano una ripresa di grande livello, suggellata dalla rete del solito Cavani. Peccato per l’immediato pareggio di Kolarov, ma l’1-1 finale non toglie nulla alla splendida prestazione di Cannavaro e soci. Se il buon giorno si vede dal mattino, il Napoli riuscirà a togliersi le sue soddisfazioni anche nella massima competizione europea.

Traverse di Lavezzi e Tourè – Mazzarri sceglie Gargano come partner di Inler in mezzo al campo, Zuniga viene preferito a Dossena sulla corsia di sinistra. Attacco pesante per il City: Mancini manda in campo Dzeko assistito da Silva, Aguero e Nasri. Sono i padroni di casa a partire meglio. Pochi istanti dopo il fischio d’inizio Nasri ci prova con un destro al volo dal limite dell’area: palla a lato non di molto. Sugli sviluppi di un corner da destra, De Sanctis è costretto all’uscita a valanga per chiudere lo specchio ad Aguero. Ancora Aguero protagonista al 13′: bella palla in profondità, Dzeko davanti a De Sanctis manda a lato in diagonale. Il Napoli soffre, ma al primo squillo va vicinissimo al vantaggio con Lavezzi, che al 18′ si libera di Kompany con una magia, calcia a giro di destro e prende in pieno la traversa. Il legno sembra svegliare gli azzurri, che finalmente iniziano avanzare il proprio baricentro. Un po’ troppo però, e il City per poco non ne approfitta in contropiede al 35′: Yaya Tourè verticalizza per Aguero, tocco di ritorno per l’ivoriano che spara sulla traversa da posizione favorevolissima. Nel finale di tempo l’ultimo brivido, con De Sanctis bravo a smanacciare una punizione insidiosa di Kolarov.

Impresa sfiorata – Dagli spogliatoi esce un Napoli più convinto. E infatti alla prima palla gol va vicinissimo al vantaggio: cross di Zuniga da sinistra, Hamsik calcia a botta sicura ma Kompany salva sulla linea. Il City prova a farsi vivo dalle parti di De Sanctis con Lescott, che tutto solo in area manda alto di testa. Ancora inglesi protagonisti al 56′: sinistro di Dzeko dalla distanza, blocca sicuro De Sanctis. Passano 10′ ed il Napoli costruisce un’altra grande occasione con Hamsik, il cui sinistro da buona posizione viene respinto alla disperata da Zabaleta. A forza di sfiorarlo, il Napoli trova il vantaggio al 69′: velocissima ripartenza di Maggio, assist verticale per Cavani che insacca di destro sotto le gambe di Hart. Grande esultanza per i 3.000 tifosi azzurri accorsi a Manchester, ma la festa dura poco. Al 73′ Aguero centra l’ennesima traversa della serata. Poi, 1′ dopo, ecco il pareggio, con una splendida punizione di Kolarov che si infila alla sinistra di De Sanctis. Nel finale di gara Johnson, subentrato ad uno spento Nasri, prova a mandare in gol Dzeko, ma il bosniaco calcia a lato dal centro dell’area. Ultima occasione per lo stesso Johnson, il cui diagonale viene bloccato da De Sanctis.

Pier Francesco Caracciolo