Panorama attacca la signora Bossi e la Lega insorge

Un articolo su Panorama rischia di far traballare l’asse tra la Lega e il Pdl. A insidiare la maggioranza è, infatti, un pezzo pubblicato ieri sul settimanale in cui è stato tracciato un ingeneroso ritratto di Manuela Marrone, meglio conosciuta come la moglie di Umberto Bossi. “E’ l’anima nera del movimento – si legge tra le altre cose – e rischia di trascinare il partito sull’orlo del baratro”. Tanto quanto basta a far infuriare i leghisti, che hanno subito invocato la pubblica dissociazione del presidente del Consiglio (proprietario del settimanale) da quanto scritto.

Un articolo pesante – Il titolo “Lady B, imperatrice della Padania” non lasciava presagire nulla di buono, ma è scorrendo le righe dell’articolo pubblicato ieri su Panorama che i leghisti più fedeli al Senatur hanno perso le staffe. Il motivo? Sul noto settimanale di proprietà della famiglia Berlusconi è stato ieri destinato ampio spazio a un pezzo incentrato sulla moglie di Umberto Bossi, dipinta come una “zarina” dispotica e dalle asfittiche vedute politiche.

Una moglie terribile – “I ‘maroniani’ – si legge nell’articolo – la considerano l’anima nera del movimento, colpevole di aver costruito un ‘cerchio magico’, che ha offuscato la vista del Senatur, segregato il suo corpo, trascinando il movimento sull’orlo del baratro“. Non solo: “Gestisce l’agenda del marito – ha rincarato la giornalista – stabilisce chi affiancargli, chi premiare. E ora sta combattendo la lotta contro i ‘maroniani’ ribelli e dissidenti che non le perdonano di trattare il partito come un bene di famiglia, da destinare al ‘Trota’, vale a dire al figlio Renzo”.

Calderoli: Attacco ignobile – Parole pesanti come pietre, che hanno fatto infuriare i dirigenti padani. A partire dal ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli: “L’attacco portato alla moglie di Umberto Bossi – ha tagliato corto – è ignobile, inqualificabile, ingiustificato e totalmente privo di senso. Proprio questa mattina (ieri per chi legge, ndr) io e il ministro Roberto Maroni abbiamo riferito al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in merito a questa gratuita carognata, e ci attendiamo da lui delle risposte immediate e risolutive”.

La risposta del premier – E una risposta immediata e risolutiva è giunta proprio nella serata di ieri: una nota vergata dal premier in persona per chiedere sostanzialmente scusa all’alleato “azzoppato” e per rimarcare la sua totale estraneità da quanto pubblicato. “Dissento nel modo più totale da ciò che ha scritto Panorama sulla Lega e sulla signora Manuela Marrone, consorte di Bossi – ha esordito il Cavaliere – Sono lontanissimo dal contenuto dell’articolo e dall’intenzionalità ostile che da esso emerge nei confronti di ciò che riguarda la famiglia di Bossi e la stessa Lega”.

Un editore impeccabile – Di più: “Ho avuto la fortuna di conoscere la signora Manuela – ha aggiunto il premier – la stimo e la apprezzo come una persona straordinaria. Così come è avvenuto in altre occasioni per altri giornali, ciò che appare oggi su Panorama mi è del tutto estraneo e ritengo anzi che sia una cattiva azione. Detto questo, è notorio che io – ha concluso Berlusconi – non sono mai intervenuto sui giornali da me direttamente o indirettamente influenzati sul piano proprietario”.

Maria Saporito