Moranduzzo debutta con l’album Corona

Un inno alla società di oggi con la speranza che il rapporto umano possa rendere il mondo migliore. E’ un’album ricco di emozioni, si parla di attualità , d’amore , di stati d’animo e di ecologia. E’ un progetto pop/rock con venature cantautoriali.

Matteo Moranduzzo nasce a Firenze il 28 maggio 1985. Da sempre è un appassionato di musica, suona chitarra , tastiera e canta. Le sue influenze spaziano dal pop d’autore al blues. Nella sua vita Matteo ha affrontato diversi viaggi che hanno sicuramente lasciato segni indelebili sul suo percorso.  L’ultimo viaggio culturale di Matteo è stato in Tanzania nel 2009 dove ha conosciuto e vissuto la realtà locale. E’ stato “il viaggio più importante…”, così lo definisce lo stesso Matteo , “che mi ha permesso di aprire gli occhi e apprezzare anche le cose più semplici e più scontate che la vita di riserva”. Del suo viaggio in Tanzania Matteo ha anche scritto un brano , presente nel suo primo album, si tratta di “Fiume” ,  dove sintetizza la differenza tra i ritmi sempre più frenetici della vita occidentale e la pacatezza e la voglia di vivere che si respira in Africa.

Attualmente Matteo Moranduzzo , oltre al suo progetto solista , è anche tastierista del gruppo pop ” Le ore di Mandorla”.  Il suo primo album “Corona” è nato dalla collaborazione con Riccardo Mori ed è stato interamente autoprodotto e registrato da Lorenzo Piscopo.