Moto2, Aragona: facile pole position per Marquez

Moto2, pole Aragona – Il segreto sta nel passato. La settimana scorsa la Suter ha provato con Marquez un nuovo telaio, appurando al meglio i vantaggi e proseguendo a pieni regimi lo sviluppo. Tutti erano sicuri del passo in avanti, ma nessuno si sarebbe aspettato un Marc così entusiasta appena rientrato ai box, sorridente ed assolutamente desideroso di avere il nuovo pezzo il prima possibile, addirittura già ad Aragon. Costruttore e team quindi hanno fatto un enorme sforzo per assecondare questo desiderio, ricevendo però in cambio una prestazione di assoluto valore. Le qualifiche infatti sono stati completamente dominate dalla moto numero 93, distanziando il primo degli inseguitori addirittura a sei decimi.

Dominio imbarazzante – Una vera eternità se si considera la categoria, con tutti i prototipi spinti dallo stesso propulsore e caratteristiche tecniche molto simili tra loro. Eppure nessuno dei tantissimi piloti presenti sono riusciti non solo a combattere alla pari ma neppure ad intaccare il suo dominio, consci che per questo appuntamento del calendario i giochi sono praticamente fatti. Onore comunque al pilota, sempre bravissimo a sfruttare appieno il potenziale del mezzo, ma è ovvio che questa volta la differenza di prestazione della moto ha inciso molto. Al terzetto Simon-Redding-Bradl tocca mangiare chili di polvere, con quest’ultimo improvvisamente costretto a temere per il suo primo titolo iridato. I punti di vantaggio rimangano tanti, ma con un Marquez così forte è impossibile stare davvero tranquilli.

Gli italici ed Elena – Per quanto riguarda la nostra penisola bene Alex De Angelis sesto nonostante le solite difficoltà incontrate tra set-up poco affinato ed una velocità di punta bassa. Perde invece un po’ di terreno e smalto Andrea Iannone, oggi decimo e non completamente soddisfatto del feeling sino ad ora raggiunto. Due posizioni indietro ecco Corsi, ancora una volta davanti a Michele Pirro, Claudio Corti e il compagno di squadra Mattia Pasini (18°). Ultimissima infine Elena Rosell, la ragazza fortemente voluta da Jorge “Aspar” Martinez sì brava ma non certo ai livelli del motomondiale. A seguire la griglia di partenza:01)Marc Marquez 02)Julian Simon 03)Scott Redding 04)Stefan Bradl 05)Alex De Angelis 06)Aleix Espargaro 07)Jules Cluzel 08)Pol Espargaro 09)Mika Kallio 10)Andrea Iannone 11)Thomas Luthi 12)Simone Corsi 13)Michele Pirro 14)Yuki Takahashi 15)Bradley Smith 16)Claudio Corti 17)Max Neukirchner 18)Mattia Pasini 19)Mike Di Meglio 20)Tito Rabat

Riccardo Cangini