Il Minneapolis Institute of Arts restituisce all’Italia un vaso greco del V secolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:24

Il Minneapolis Insitute of Arts ha concesso il trasferimento in Italia di un cratere a volute greco e figure rosse del V secolo a.C., acquistato dal museo stesso nel 1983. Il reperto, che sembra essere attribuito al “Pittore di Methyse” di cui si conoscono circa 20 vasi, riporta una scena animata da Dioniso seguito da satiri e menadi e proviene probabilmente dall’area archeologica di Rutigliano, Bari.
Il Mia, ha spiegato il Ministero dei Beni Culturali in una nota, «ha cominciato a nutrire preoccupazioni riguardo la provenienza del reperto ed ha contattato il dicastero dei Beni Culturali dell’Italia. Sia il Mibac che l’Ice Hsi hanno fornito al museo informazioni riguardo il cratere. Il Mia, in collaborazione con il Mibac e l’Ice Hsi e dopo aver valutato le informazioni ricevute così come quelle emerse dalle proprie ricerche, ha deciso di trasferire l’oggetto all’Italia».
La data di consegna del museo per il momento non è stata ancora fissata. Secondo analisi condotte presso l’Università La Sapienza di Roma il cratere sarebbe lo stesso raffigurato nelle fotografie sequestrate durante un’indagine del 1995 condotta dal Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.
Piena soddisfazione per l’esito positivo della trattativa fra il Mibac e il Mia il ministro per i Beni Culturali Giancarlo Galan che ha così commentato: «Questo successo è reso possibile dal fatto che l’Italia ha scelto di percorrere le vie diplomatiche per ottenere il rientro di certi oggetti la cui provenienza è’ in questione. Colgo quest’occasione per ringraziare per la cooperazione il Mia, con cui auspico future collaborazioni culturali di reciproco beneficio in molteplici aree».

Valentina De Simone

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!