Ana Laura Ribas annuncio choc: Lotto contro il cancro

Ana Laura Ribas, tumore. Eravamo abituati a vederla con la sua prorompente carica di vitalità, la conduttrice brasiliana Ana Laura Ribas. E invece adesso ci accorgiamo che dietro i lustrini e le pailettes, dietro le luci della ribalta, si cela un dolore profondo e personale. Infatti come lei stessa ha annunciato in una lunga intervista a Vanity Fair, le è stato diagnosticato un cancro all’utero. “Perderò l’Utero, ha dichiarato laRibas, a 43 anni dovrò inventarmi una femminilità nuova rimuovendo il pensiero costante di essere svuotata“. La malattia le è stata diagnosticata circa un anno fa’ ma solo adesso la popolare ex star dell’Isola dei famosi ha trovato la forza di rivelare il suo dolore in pubblico. Non si è trattata, come molti benpensanti potranno credere di una scelta pubblicitaria, quanto del bisogno di una donna in questo momento fragile di condividere un pensiero funereo che la stava logorando dentro.

Carriera. La Ribas è arrivata in Italia circa vent’anni fa iniziando a lavorare come valletta in programmi quali TeleMike e Ok il prezzo è giusto. Il suo momento di massima popolarità lo ha probabilmente vissuto nel 2004, quando è stata uno dei naufraghi dell’Isola dei Famosi, programma in quel periodo campione d’ascolti in casa RAI sotto la conduzione di Simona Ventura. Ana Laura da lì ha iniziato un periodo di forte esposizione mediatica, culminato, purtroppo per lei col coinvolgimento nell’inchiesta denominata Vallettopoli. Da tale inchiesta uscì pulita, visto che i pm per lei chiesero l’archiviazione in quanto non si era macchiata di alcun reato. Ovviamente in un paese che è pronto a portarti sul palmo di una mano un giorno e a voltarti le spalle appena cambia il vento, a poco valse quella decorosa uscita di scena. In un batter d’occhio molti amici o presunti tali si allontanarono, così come le spietate luci della ribalta. Certo a raccontarla oggi, in questa ordinaria storia di ascesa e caduta di una star tv tutto assume una luce diversa, forse anche ridicola. Ci sono cose più importanti che i fatidici quindici minuti di celebrità davanti a una telecamera. Ci sono battaglie più dure. Auguriamo con tutto il cuore ad Ana Laura di vincerla. Almeno questa.

Simone Ranucci.