È di 1,4 centesimi al litro il rincaro dell’Iva sulla benzina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:44

L’aumento dal 20 al 21% dell’Iva (Imposta sul valore aggiunto) spinge al rialzo il prezzo dei carburanti. La benzina in media arriva a costare 1,64 euro al litro e il gasolio 1,52 euro. L’effetto sul listino dei carburanti dell’aumento dell’Iva dal 20 al 21%, entrato in vigore sabato dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale di venerdì della manovra bis convertita in legge, è stato immediato.

I rincari immediati. Già nel fine settimana i prezzi alla pompa sono aumentati in media di 1,4 centesimi al litro. Dalle rilevazioni di Staffetta quotidiana, il rialzo Eni è stato di 1,4 centesimi al litro sulla benzina, di 1,3 sul gasolio e di 0,5 sul gpl. La nuova media nazionale per il colosso nazionale si attesta così a 1,647 euro al litro per la verde, a 1,529 euro al litro per il diesel e a 0,718 euro al litro per il gpl. Per le altre compagnie si annotano sulla benzina rialzi compresi tra 1 centesimo (Q8) e 1,7 centesimi (Totalerg), per il gasolio tra 1,3 centesimi (oltre a Eni, Esso, Ip e Tamoil) e 2,1 centesimi (Totalerg). Le medie ponderate nazionali tra le diverse compagnie si attestano a 1,641 euro al litro per la benzina e a 1,525 euro al litro per il gasolio.

M.N.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!