Nello squalo un’arma potente contro virus umani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:01

Dallo squalo un aiuto per la salute umana. La scoperta di una sostanza chimica prodotta dallo Squalus Acanthias, meglio conosciuto come spinarolo, potrebbe dare man forte agli studi contro alcune infezioni virali che colpiscono l’uomo, come la febbre gialla, la febbre dengue e le epatiti B e D che possono evolversi in malattie croniche, fino all’epatocarcinoma. E’ la squalamina la sostanza chimica in questione ed è presente nel fegato di questi organismi marini.

Lo studio. Lo studio è partito dalla conoscenza dell’immunità naturale dello squalo contro le infezioni virali. La squalamina, appunto, viene prodotto per contrastare l’azione batterica.  In più, si è scoperto che tale sostanza agisce da antivirale, capace, infatti, di annientare un ampio spettro di virus sia umani sia animali, poichè interrompe tutte quelle interazioni della membrana utili per la replicazione virale. La ricerca è curata da un gruppo di studiosi della ‘Georgetown University‘, negli Stati Uniti, guidati da Michael Zasloff che, nel 1993, scoprì la squalamina, che poi si rivelò per i suoi effetti antitumorali e antibiotici e per non avere effetti collaterali, se utilizzata sull’uomo. Infatti, la sostanza in questione, prodotta in laboratorio, è già stata somministrata a un gruppo di pazienti per fermare la crescita dei vasi sanguigni nei tumori, senza aver apportato effetti collaterali rilevanti.

L’ottimismo dei ricercatori.Mi interessavano gli squali – dichiara Michael Zasloff – a causa del loro sistema immunitario apparentemente primitivo, ma efficace. Nessuno poteva spiegare perchè lo squalo è così tosto“. “La squalamina – continua – sembra proteggere contro i virus che attaccano i tessuti del fegato e del sangue. Altri composti simili che sappiamo esistere nello squalo probabilmente sono mirati contro infezioni respiratorie virali, e così via. Potremmo essere in grado di sfruttare l’innovativo sistema immunitario dello squalo per trasformare tutti questi composti antivirali in agenti che proteggono gli esseri umani contro un’ampia varietà di virus. Sarebbe rivoluzionario.”
Si attendono, quindi, ulteriori conferme per poter utilizzare la squalamina come un potente e rivoluzionario farmaco antivirale e, perchè no, anche antitumorale.

Giusi Taurisano