Rugby, Mondiali: spettacolo Italia, 9 mete alla Russia

Rugby, Mondiali L’Italia dà segnali di presenza alla Coppa del Mondo di rugby: schianta la Russia per 53-17 e guadagna anche il punto bonus per le mete segnate (più di 3). Gli azzurri, con ben 12 italiani “autoctoni” nel XV scelto da Mallett, proseguono così la rincorsa al sogno quarti di finale: bisognerà non fallire nemmeno con gli Usa tra 7 giorni in vista dell’ultima partita del girone contro l’Irlanda che dovrebbe essere quella decisiva.
Il gioco mostrato oggi, al cospetto di una Russia che certamente non è una potenza della palla ovale, lascia ben sperare: ci sarà da lavorare sulla concentrazione in fase difensiva, ma l’Italrugby ha dimostrato di poter dire la sua in questa rassegna iridata neozelandese.

La partita – Non solo vincere ma anche segnare almeno 4 mete per ottenere il punto bonus che fa sempre comodo: ecco l’obiettivo dell’Italia per l’incontro con la Russia. E le cose sono subito messe in chiaro: dopo nemmeno 20′ gli azzurri hanno già schiacciato l’ovale 4 volte nell’area di meta avversaria (con Parisse, Benvenuti e due volte Toniolatti). La partita è in discesa: Bocchino (addetto ai calci) trasforma solo alcune delle mete ma arriva anche la 5^: è una meta tecnica. Ongaro si becca un giallo, l’Italia si distrae e la Russia accorcia con Yanyushkin. In chiusura di tempo Gori porta a 6 le mete azzurre e il punteggio è 38-7 Italia.
Benvenuti, ad inizio ripresa, schiaccia la palla in area avversaria ma dopo soli 2 minuti la Russia segna la seconda meta della propria partita con Ostrushko. McLean e Zanni siglano altre due mete (totale Italia 9), ma nel mezzo arriva la terza russa.
L’Italia vince 53-17 e sorride. Ma la difesa deve lavorare. C’è poco da sbagliare se si vuole raggiungere i quarti di finale.

Edoardo Cozza