Venezia premia Tom Regan, pioniere dei diritti animali

Tom Regan premiato a Venezia. Il comune di Venezia consegnerà oggi un riconoscimento al filosofo di fama mondiale Tom Regan, pioniere dei diritti animali e padre fondatore del concetto che vede questi ultimi come “soggetti di valore”. Alla cerimonia, che si terrà nel pomeriggio presso la sala giunta di Ca-Farsetti, interverranno l’assessonre all’ambiente del Comune di Venezia , Gianfranco Bettin ed il presidente della LAV, la Lega Anti-Vivisezione, Gianluca Felicetti. Fondamentale il suo contributo per la pace di tutti gli esseri viventi.

Chi è Tom Regan. Vera e propria leggenda del mondo animalista, Regan è professore emerito di filosofia all’università del North Carolina.  Una voce fortissima la sua, messa al servizio di chi non può parlare. Decine di suoi scritti sono stati tradotti in svariate lingue, contribuendo a diffondere la cultura vegana e ancor prima la sensibilità verso il mondo animale. Tra quelli tradotti in italiano I diritti animali , La mia lotta per i diritti animali e Gabbie vuote, pubblicato nel 2004. Quest’ultimo saggio fu il punto di partenza del cambiamento in positivo della sensibilità umana verso tutti gli esseri viventi.

Ero un macellaio. Una rivelazione che Tom Regan fece anche al Corriere della Sera, in un’intervista rilasciata a ottobre 2009: “So bene cosa vuol dire trattare gli animali come fossero blocchi di legno – disse ai tempi alla giornalista Carlotta de Leo  – ma nel tempo mi sono reso conto che questo era un grande errore. Un processo lungo e complicato, quello che lo portò dal suo lavoro di macellaio ad icona assoluta della causa animalista.  Il filosofo lo spiegò così:  “è stato un po’ come mettere una pentola di acqua sul fuoco: piano piano ho cominciato ha bollire. Fino a che un giorno mi sono svegliato e mi sono scoperto un difensore dei diritti degli animali”.

A.S.