Google Wallet: la carta di credito nel telefono cellulare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:32

In Giappone già da tempo si può pagare alla cassa dei negozi tramite il proprio cellulare, in America è attivo il servizio Google per i pagamenti da telefonino. Dopo una fase di sperimentazione, anche in Italia arriverà questa nuova forma di pagamento.

Tecnologia. Questa forma di incasso si basa sul fatto che ogni cellulare (mobile), ha come cuore una sim, che è essenzialmente lo stesso tipo di chip adottato dalle carte di credito e dai bancomat, una ‘smartcard‘. Tramite un protocollo, l’NFC, che è diventato uno standard, il proprio cellulare si può interfacciare con un lettore di carte di credito, abilitato allo stesso tipo di tecnologia e può lavorare come una carta o bancomat con il suo POS. Purtroppo sembra che al momento in Italia ci sia un solo dispositivo, della Samsung, che è abilitato a questo tipo di operazione e soprattutto la lista dei negozi provvisti del lettore NFC sembra sia cortissima. Il primo a portare questa novità in Italia sarà Google con il suo ‘Google Wallet’, il portafoglio di Big G.

Farsi l’abitudine. I clienti dello shopping selvaggio potranno abituarsi gradualmente a questa nuova tecnologia. Dovranno solo fare mente locale che per lo stesso principio per cui strisciando o inserendo una carta di credito in un lettore, si può effettuare un pagamento, anche per questa tecnologia è possibile pagare tramite la vicinanza del telefono cellulare al suo lettore. Mentre i gestori e Goggle avranno tempo per implementare la rete nei negozi di tutta Italia, gli shopper potranno abituarsi alla comodità di avere un apparecchio che esegue tutte le funzioni per cui prima si aveva bisogno di tanti ammenicoli.

IT

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!