Illuminare il tumore all’ovaio: nuova tecnica chirurgica

Illuminare il tumore. Messa a punto una nuova tecnica chirurgica per contrastare il tumore alle ovaie. Illuminando le cellule del cancro ovarico sarebbe possibile individuare, in fase pre-operatoria, anche formazioni neoplastiche molto piccole (pari a 1 decimo di millimetro). La nuova tecnica, messa a punto dai ricercatori della Purdue University (Usa), si basa sull’aggiunta di un agente fluorescente all’acido folico, vitamina del gruppo B di cui alcuni tumori (in particolare quello all’ovaio) sono ricchi perché se ne servono per alimentarsi e per crescere.

La tecnica rivoluzionaria. Una volta iniettato il composto nei pazienti, una o due ore prima dell’intervento, questo raggiunge il sito del tumore illuminando le cellule neoplastiche e individuando anche le formazioni tumorali di più recente formazione. “Questa tecnica – ha spiegato il suo inventore Philip S. Low, del Dipartimento di chimica della Purdue University – ha permesso ai chirurghi di individuare tumori trenta volte più piccoli del più piccolo tumore che attualmente si riesce a rilevare con le odierne tecniche, migliorando notevolmente il rilevamento della neoplasia”. Questa nuova tecnica rivoluzionerà i trattamenti chirurgici attualmente in uso e renderà più facile individuare il cancro alle ovaie, tumore che ogni anno colpisce circa 4 mila donne.

Adriana Ruggeri