Serie A, Novara-Inter 3-1: Meggiorini e Rigoni condannano Gasp

Novara-Inter 3-1 – Adesso è finita: l’avventura di Gianpiero Gasperini sulla panchina dell’Inter è al capolinea. La sconfitta per 3-1 subita a Novara è l’ultimo atto di un amore mai sbocciato, condito da un mercato non soddisfacente e da una confusione tattica che non sembra potersi risolvere. Il Novara vince e merita, l’Inter è confusa, senza idee, senza gioco e senza solidità difensiva. Moratti ammette: “Il tecnico non ha la squadra in mano”. E’ una sentenza: l’esonero dovrebbe essere ufficializzato ad ore così come il nome del sostituto. E nella notte magica per il Novara, l’Inter sembra ripiombare in tempi bui che non viveva da tempo.

Stoccata di Meggiorini – Gasperini adotta il 3-4-3 lasciando Pazzini ancora in panchina e schierando Sneijder mediano. Ma gli accorgimenti non sembrano essere utili: nel primo minuto di gioco il Novara sfiora due volte il gol: Meggiorini approfitta di un macchinoso disimpegno della difesa nerazzurra e spara addosso a Julio Cesar; sul conseguente angolo Rigoni per poco non trova la rete. L’Inter si scioglie e gioca bene una decina di minuti ma le uniche conclusioni arrivano dalla distanza con Sneijder e Forlan. I piemontesi sembrano poter controllare bene e chi soffre è l’Inter: Julio Cesar salva su Mazzarani ma nulla può al 37′ sulla conclusione di Meggiorini da dentro l’area: il Novara è in vantaggio. E il primo tempo si concluderà così.

Festa azzurra – Entrano Pazzini e Obi per Forlan e Castaignos, Sneijder avanza il raggio d’azione (ma uscirà per far posto a Zarate). Ma la manovra dei nerazzurri è lenta e fumosa: pochi sbocchi, poca cattiveria. Una buona occasione capita al “Pazzo” ma la palla esce di poco, così come la conclusione di Nagatomo. Il Novara punge in contropiede, spreca qualche chance poi Morimoto conquista un rigore (con il rosso per Ranocchia): Rigoni è freddo dal dischetto ed è il 2-0. Cambiasso al minuto 87 riapre il match  e, dopo una serie di rimpalli, mette alle spalle di Ujkani. Gol inutile: Morimoto furoreggia sulla fascia e Rigoni infila il tap-in del 3-1. Novara fa festa, l’Inter si rabbuia. E Gasperini saluta.

Edoardo Cozza