Basket, Serie A: Venezia ripescata, campionato nel caos

Basket, Serie A – L’alta Corte di Giustizia del Coni ha accolto il ricorso dell’Umana Venezia riammettendo la squadra lagunare nella massima serie. A poco più di due settimane quindi, il campionato di basket si allarga a 17 squadre. La decisione dell’organo di giustizia mette in grande difficolta la Fip che nel consiglio federale di venerdì dovrà necessariamente rattificare la sentenza senza possibilità di ulteriori ribaltamenti. L’altro grande problema, che la federazione dovrà risolvere assieme alla Lega, sarà quello legato ai calendari. Da tempo infatti si conoscono tutte le date delle partite e ora andranno districati tutti i nodi legati all’allargamento. Le decisioni, oltre ad essere complesse, andranno prese velocemente visto che il campionato sarebbe dovuto partire l’8 ottobre.

La vicenda – L’umana Venezia era stata ammessa in serie A in luglio, quando la Giudicante del Coni aveva accolto il ricorso dei veneti che reclamavano il posto della Tercas Teramo, rea di aver pagato in ritardo la wild card necessaria per evitare la retrocessione. Successivamente la Corte Federale della Fip aveva ribaltato la precedente sentenza, lasciando quindi Teramo in Serie A e relegando Venezia (che aveva perso la finale promozione contro Casale)  in Legadue. Ora è arrivata l’ennesima sentenza, che in sostanza conferma quella di luglio della Giudicante del Coni: Venezia promossa nel massimo campionato insieme alla ripescata Teramo. Proprio gli abbruzzesi, intanto, attraverso un comunicato dell’amministratore unico Pellecchia, si mostrano tranquilli della loro posizione e attendono di leggere le motivazioni della sentenza.

Giorgio Piccitto