Rai due orfana di un Santoro insostituibile

Santoro insostituibile – Non sarà semplice colmare l’assenza di Michele Santoro, né tanto meno raggiungere gli ascolti registrati con Annozero. «Santoro è un grandissimo professionista che stimo e rispetto, la cui assenza mi procura dispiacere anche perché è innegabile che il vuoto creato dalla sua trasmissione è numericamente incolmabile». A parlare così è proprio il “nuovo” direttore di Rai2, Pasquale D’Alessandro, subentrato ai vertici in una situazione che lo vedeva un po’ nell’angolo, con le mani legate.

Il vero problema – Pare che ad oggi il vero problema di D’Alessandro non siano tanto gli ascolti, quanto il fatto stesso di andare in onda giorno per giorno, dal momento che gli hanno tolto “due colonne portanti della rete, ovvero Santoro e la Ventura”. Dunque davanti a palinsesti già formati in questo senso, il direttore di Rai2 non ha potuto far altro che ribadire la sua stima verso il conduttore di Annozero, senza dimenticare ovviamente anche la Dandini: “In questa Rai2 non ci sono preclusioni”.

Un nuovo programma – Nonostante l’amaro in bocca, D’Alessandro ha annunciato l’intento di dar vita ad un nuovo programma che sia degno di subentrare ad Annozero ma sappia, allo stesso tempo, apportare le necessarie novità per creare qualcosa di completamente diverso rispetto ai classici talk-show di approfondimento.