Al via ai Giardini Naxos il “Bellini and Romantic Opera Festival”

Un omaggio a Vincenzo Bellini e ai musicisti che si sono a lui ispirati: s’inaugura stasera al Teatro Nuovo dell’area archeologica dei Giardini Naxos, a Messina, l’International Bellini and Romantic Opera Festival, la rassegna promossa dalla Regione Sicilia e dedicata al grande compositore catanese, agli autori del suo tempo e a coloro che sono stati influenzati dal suo indiscusso genio compositivo. Un progetto ambizioso che nasce con l’obiettivo di riportare in Sicilia le grandi orchestre nazionali e internazionali, avvicinando il pubblico non solo esperto ai concerti e alla lirica. «La Regione Siciliana ha sempre dedicato una grande attenzione al circuito degli spettacoli – ha dichiarato il direttore artistico del festival, Alberto Veronesi -. Su questa scia, noi cercheremo di andare oltre e riportare nell’Isola, alcune grandi orchestre italiane ed internazionali, riannodando quel filo che aveva già avviato a Taormina Giuseppe Sinopoli. Vincenzo Bellini è un patrimonio mondiale, questo festival tenterà di farlo conoscere il più possibile, nelle sue innumerevoli sfumature».

Programma della manifestazione – Maestro di cerimonie, l’attore Federico Pacifici che nei panni di Bellini ripercorrerà in prima persona, attraverso cenni biografici e citazioni dalle lettere, la vita e la storia degli indimenticabili personaggi femminili della tradizione belliniana. Ad aprire il festival, stasera, il Maestro Alberto Veronesi, sul podio dell’Orchestra del Festival Pucciniano di Torre del Lago, di cui è direttore artistico, per dirigere “Le donne di Bellini”, galà lirico costruito su testi di Piero Rattalino. “Norma” farà, invece, il suo debutto mercoledì 28 settembre alle 20.00 al Teatro Terrazza Ulisse di Catania. Un allestimento di grande spessore e modernità, firmato da Paolo Panizza,  con le scene realizzate da La Bottega Fantastica e i costumi di Valerio Maggioni. A vestire i panni della sfortunata sacerdotessa dei Druidi il soprano greco Dimitra Theodossiou; il tenore coreano Rudy Park sarà, invece, Pollione, Renata Lamanda, Adalgisa, Riccardo Zanellato, Oroveso, Maria Ermolaeva, Clotilde e Nicola Pamio, Flavio. Nel programma del festival spazio anche per un Concerto dell’Orchestra del Teatro della Fenice di Venezia e per l’allestimento di “Mameli”, opera risorgimentale di Leoncavallo, creduta dispersa e poi ritrovata da Domenico Carboni presso un collezionista americano. L’ingresso è gratuito per tutti gli appuntamenti in programma fino ad esaurimento posti.

Valentina De Simone