Inter, Ranieri si presenta: “Inter rialzati”. Ma intanto perde Sneijder e Ranocchia

Inter, Ranieri – E’ un Claudio Ranieri visibilmente emozionato quello che si presenta ai giornalisti, che non nasconde i problemi della squadra, ma cerca subito di andare oltre. “Faccio questo mestiere proprio per le emozioni che ti dà. Sono molto felice e orgoglioso di essere qui. Io aggiustatore? Ognuno di noi ha un karma, evidentemente io ho questo”. Per molti l’ex tecnico di Juventus e Roma è l’anti-Mourinho, e lui chiarisce subito: “Non voglio cancellare nulla del passato, nella storia dell’Inter sono indelebili Herrera e Mourinho. Eravamo nemici per i media, è vero, ma Josè l’ho sempre stimato e ci siamo sempre salutati con rispetto”.

Sneijder e Ranocchia – Si preannuncia una partenza in salita per il nuovo tecnico dell’Inter alla vigilia della partita con il Bologna. Le notizie di giornata non sono buone: Wesley Sneijder nel corso della rifinitura ha accusato un risentimento muscolare all’adduttore della coscia sinistra e non partirà per il capoluogo romagnolo. Andrea Ranocchia, invece, è stato squalificato dal giudice sportivo per tre giornate “per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete; per avere inoltre, al 40° del secondo tempo, all’atto dell’espulsione, uscendo dal terreno di gioco, rivolto ad un assistente un’espressione ingiuriosa nei confronti degli Ufficiali di gara”.