Napolitano, priorità ai giovani

La giornata che inaugura l’inizio dell’anno scolastico è la festa più bella dell’anno, lo ha detto il Presidente Giorgio Napolitano. Il Presidente della Repubblica ha, infatti, accolto oggi, insieme al Ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini, alcune classi nel cortile d’onore del palazzo del Quirinale. Prima degli interventi istituzionali c’è stato un minuto di silenzio per ricordare i caduti in Afghanistan. Poi il Presidente ha voluto sottolineare come i futuri impegni politici dovranno focalizzarsi sui giovani, sulla loro istruzione e su come la scuola dovrebbe essere: “Una scuola inclusiva a cui dare le adeguate risorse” oltre che  sulla qualità della formazione “Nelle nostre scuole ed università una formazione che regga nel confronto internazionale”.

Importante il pareggio del debito. Giorgio Napolitano ha voluto anche sottolineare come il pareggio del debito sia un impegno ineludibile per fare in modo che si possa iniziare a lavorare sulla crescita e ha aggiunto il Capo dello Stato il solo modo per crescere è restare uniti. Per festeggiare il centocinquantesimo dell’Unità d’Italia durante la cerimonia è stata inaugurata la mostra “La Costituzione fa scuola” di Pablo Echaurren: quattordici tavole ispirate ai temi della Costituzione che saranno esposte durante il corso dell’anno scolastico nelle scuole pubbliche della Provincia di Roma.

Elisa Minelli