A Venezia in scena la 55esima edizione della Biennale Musica – la seconda giornata

Biennale Musica – Ha preso il via la cinquantacinquesima edizione del Festival Internazionale della Musica Contemporanea della Biennale di Venezia, intitolata Mutanti e diretta da Luca Francesconi. Il Festival proseguirà fino al 1 ottobre 2011 e nel programma sono previsti molti concerti ed eventi.

Luigi Nono – Nella seconda giornata della Biennale Musica sono in programma ben tre concerti.
La Sala degli Arazzi della Fondazione Giorgio Cini ospiterà alle 15 la prima di a floresta é jovem e cheja de vida, opera-chiave della vicenda artistica di Luigi Nono, ricostruita con tutti gli interpreti della produzione discografica del 1966 dal musicologo Veniero Rizzardi. Lo storico Studio di Fonologia della RAI di Milano ha fatto da sfondo alla registrazione del nastro magnetico su cui si possono trovare le voci registrate di iliana Poli, Kadigia Bove, Elena Vicini, Umberto Troni, Franca Piacentini, Enrica Minini e gli attori del Living Theatre. Gli strumentisti sono William O. Smith al clarinetto, mentre gli esecutori alle lastre di rame sono diretti da Bruno Canino.
Non venne mai fissata una partitura per a floresta, opera concepita tra il 1965 e il 1966 come ipotesi di nuovo teatro musicale basato su testi documentari che riflettevano l’esperienza delle lotte di liberazione anti-imperialistica di quegli anni (Vietnam, Cuba, Angola, rivolte studentesche, lotte operaie), ma nel 1998 l’editore Ricordi cedette alle richieste di molte istituzioni concertistiche e affidò al compositore  Maurizio Pisati e al musicologo Veniero Rizzardi l’iniziativa di ricostruire un testo eseguibile basato sulle parti ‘stenografiche’ degli interpreti, sui quaderni di regia di Nono, sui numerosi documenti cartacei, sonori, visivi depositati presso l’Archivio Luigi Nono di Venezia.

Altri due concerti in programma – Alle 18 il Teatro Piccolo Arsenale ospiterà l’esecuzione del concerto del Quartetto d’Archi del Teatro La Fenice, tenuto a battesimo proprio alla Biennale Musica soltanto due anni fa. Le composizioni di George Crumb, Dmitri Shostakovich e Claude Lenners si intrecciano dando vita ad un concerto molto suggestivo ed emozionante.
Alle 20 infine la FVG Mitteleuropa Orchestra diretta da Andrea Pestalozza chiuderà il programma della domenica festivaliera con musiche di Kent Olofsson, Vittorio Zago, Pasquale Corrado, Aldo Clementi e Giacinto Scelsi.

Beatrice Pagan