Alla “Round Robin editrice” e all’associazione “daSud” il Premio Giornalistico “Giancarlo Siani” 2011

Per il terzo anno consecutivo il Premio Giornalistico “Giancarlo Siani” per la sezione fumetto va all’associazione “daSud” onlus e alla “Round robin editrice”. A vincere l’edizione 2011 del riconoscimento, la graphic novel “Giancarlo Siani. E lui che mi sorride”, scritto da Alessandro Di Virgilio e disegnato da Emilio Lecce. Il fumetto, inserito nella collana “Libeccio” che ormai da due anni dà voce alle storie della meglio gioventù di questo paese, racconta la storia del giornalista, ucciso dalla camorra, di cui oggi l’Italia sente la mancanza.

Fumetti per non dimenticare – «E’ un vero piacere aver vinto nuovamente questo premio – ha commentato Stefano Milani, responsabile editoriale della Round Robin – Dopo don Peppe Diana e Pippo Fava, anche Giancarlo Siani rappresenta appieno lo spirito di questa nostra collana “Libeccio”: ricordare chi ha pagato con la propria vita la ribellione verso un sistema marcio, corrotto e mafioso». «Le graphic novel sono uno degli strumenti che l’associazione daSud utilizza – ha dichiarato il presidente Danilo Chirico – per restituire alla collettività pagine di storia dimenticate e lavorare alla costruzione di un immaginario antimafie, dei diritti sociali e civili in cui si può riconoscere gran parte del Paese. L’arte, la cultura, la creatività al servizio dell’antimafia interrogano la politica, l’imprenditoria, la società civile sulla nostra identità. Una necessità, soprattutto nel 150° anniversario dell’unità d’Italia, soprattutto guardando allo spettacolo indecoroso offerto in questi mesi dalla classe dirigente italiana».
Sempre per la collana “Libeccio” è in libreria, da questa estate, un nuovo fumetto,“Libero Grassi (Cara mafia, io ti sfido)” di Laura Biffi, Raffaele Lupoli e Riccardo Innocenti, sulla storia dell’imprenditore catanese ucciso dalla mafia perché si rifiutò di pagare il pizzo.

Valentina De Simone