La Began a palazzo Grazioli: mistero sull’incontro col premier

E’ mistero sulla presenza di Sabina Began (meglio nota alle cronache politico-scandalistiche come “L’Ape Regina“) ieri a palazzo Grazioli. L’attrice, accusata di procurare donne al premier in occasione delle sue “cene eleganti”, avrebbe ieri varcato il cancello della residenza romana del Cavaliere per un incontro privato. Ma se la segreteria del presidente del Consiglio smentisce che il tete a tete ci sia stato, la Began, invece, interpellata da Il Fatto Quotidiano, ha ammesso: “Ho visto Berlusconi e abbiamo affrontato temi spirituali“.

La spiritualità contro la crisi – In tempi di crisi come questo, con i mercati ingovernabili e l’esecutivo appeso a un filo, soltanto un dibattito sui temi spirituali potrebbe tirarmi su. Sarà stato questo il pensiero a cui Silvio Berlusconi si è ieri aggrappato per giustificare l’incontro con l’amica Sabina Began, intercettata da fotografi e cronisti nella residenza privata del Cavaliere. L’Ape Regina avrebbe, infatti ronzato, nei pressi di Palazzo Grazioli, ma non è dato sapere se abbia alla fine incontrato il premier.

Began: Politica? No grazie – Questi i fatti: l’attrice – accusata di spalleggiare Giampi Tarantini nell'”approvvigionamento” di belle donne al Cavaliere – ha ieri varcato il cancello della residenza presidenziale intorno a mezzogiorno per uscirne circa un’ora e mezzo dopo. Raggiunta al telefono dal Fatto Quotidiano, ha ammesso nel pomeriggio di aver incontrato il premier: “Non parliamo mai di politica – ha spiegato l’Ape Regina – Io non c’entro con la politica. Mi tengo lontana da queste cose. Non mi interessano”. Piuttosto, “con il presidente – ha precisato l’attrice – i miei argomenti sono sempre spirituali“.

La smentita presidenziale – Un vero e proprio toccasana per un presidente sull’orlo di una crisi di nervi, che – stando a quanto riferito dai maligni – avrebbe lasciato in anticamera Angelino Alfano e Bruno Vespa per consumare l’incontro spirituale con l’amica Sabina. Una versione dei fatti completamente sbugiardata dalla segreteria del premier, che in serata ha diffuso la seguente nota: “Questa mattina la signora Sabina Began si è presentata presso la Segreteria di palazzo Grazioli per consegnare un libro destinato al presidente Silvio Berlusconi in occasione del suo prossimo compleanno. Ha atteso per oltre un’ora che il presidente terminasse i suoi incontri per salutarlo, cosa che peraltro – si è precisato – non si è potuta verificare perché il presidente era impegnato in importanti riunioni”.

Maria Saporito