Sicilia, sanità: “migliore assistenza” per i malati reumatici

Sicilia, impegno per i malati reumatici. Sarà migliorata in tutta la Sicilia la funzionalità dei servizi dedicati ai malati reumatici. L’impegno, che va “dalla diagnostica, ai centri di riferimento, agli ambulatori di reumatologia integrata”, è stato assunto dall’assessorato regionale della Salute nel corso di un incontro con le associazioni dei malati reumatici di tutta la Sicilia al quale hanno preso parte il direttore del dipartimento “Pianificazione strategica”, Maurizio Guizzardi, con i dirigenti della programmazione ospedaliera e farmaceutica.

Diagnosi precoce ed esami in day service. Con una rapida e corretta impostazione terapeutica, ottenuta attraverso una diagnosi precoce della malattia, ed una rigorosa valutazione della risposta alle terapie più del 50% dei malati potrebbero raggiungere una remissione stabile della patologia, oggi, grazie anche all’impiego dei farmaci biologici. Nelle prossime settimane nella Regione Sicilia verrà valutata la possibilità di aggiornare il decreto relativo all’appropriatezza prescrittiva dei farmaci biologici e verrà anche verificata la possibilità di eseguire in day service esami e analisi che sono necessari al controllo periodico della malattia. Si studieranno inoltre metodi efficienti per alleggerire le lunghe liste d’attesa e verranno individuati centri di riferimento regionali per la diagnosi preventiva e la cura delle forme più complesse, al fine di ridurre i costi associati a queste malattie e di migliorare le terapie.
Stando ai dati di una ricerca del 2008 compiuta dall’Osservatorio Sanità e Salute, in Italia oltre 5 milioni di persone soffrono di malattie reumatiche: di queste circa 734 mila sono colpite dalle forme croniche (artrite reumatoide e spondiloartropatie).

Adriana Ruggeri