Monsignor Babini shock: Vendola pecca più di Berlusconi

Monsignor Babini shock: Omosessualità contro natura. L’omosessualità è un “peccato assai più grave delle imprese del premier”. Il vescovo emerito di Grosseto, Giacomo Babini, non si smentisce: intervistato dal sito ultratradizionalista cattolico ‘Pontifex‘, Babini, già famoso per aver dichiarato che “l’omosessualità in un prete, se tradotta in pratica depravata, è addirittura più grave della pedofilia“, insiste nella sua personale crociata contro i gay, anche a costo di difendere le poco religiose abitudini del presidente del Consiglio.

Vendola pecca più di Berlusconi’. “Io credo che oggi sia in atto una vera caccia a Berlusconi se penso che buona parte dei giornali è dedicata a lui e che ben quattro procure gli dedicano esagerate attenzioni  –  sottolinea Babini – Penso che sarebbe utile lasciare governare e  aspettare che la recente manovra finanziaria dia i suoi frutti. Molti osservatori sembrano più intenzionati a fare cadere il governo che alla fedele aderenza alla realtà”. A chi gli fa notare che “lo stile di vita del leader lascia a desiderare”, l’alto rappresentante della Chiesa replica con una malcelata difesa di Berlusconi: “Certo, non mi sembra un modello, ma oggi la politica spesso si  fa con le mutande e non con la testa. Tuttavia, sarebbe  bene accertare realmente che Berlusconi abbia fatto cose malvagie e i Baccanali. Non é pensabile condannare una persona solo per sentito dire. Se cade Berlusconi siamo nei guai. Non é il massimo, ma non vedo politici degni dietro di lui”. Semmai, non manca di aggiungere monsignor Babini, ad essere condannato dovrebbe essere Nichi Vendola: “Io non ne posso più della retorica inutile di Vendola. Credo, da cattolico, che la omosessualità praticata sia un peccato gravissimo e  contro natura, certamente peggiore di chi va con l’altro sesso. Alla luce dei fatti, senza stilare classifiche, Vendola pecca molto di più di Berlusconi“.

Raffaele Emiliano