Rotondi, niente primarie se non sarà Berlusconi nuovo leader Alfano

Il Ministro per l’Attuazione del Programma di Governo Gianfranco Rotondi ha rilasciato durante l’intervista al programma radiofonico “Un giorno da Pecora” su Radio2 diverse dichiarazioni sul futuro del Popolo Delle Libertà. La prima è relativa alla leadership del Presidente Berlusconi, che resta indiscussa, ma nel caso si dovesse trovare un successore, il nome indicato è Angelino Alfano. Niente primarie a detta del ministro che considera questa pratica degna delle scuole elementari e “Una mercanzia da Seconda Repubblica”. In ogni caso aggiunge Gianfranco Rotondi il Governo è stabile: “Non ci sono spazi per altri governi. Questa maggioranza  andrà avanti compatta sullo sviluppo e sulla crescita”. Bersani e la sinistra, ha, inoltre detto il Ministro non sanno costruire un’alternativa nonostante la fine del mandato del Governo non sia così lontano.

Berlusconi santo puttaniere. Il Ministro ha utilizzato ironia e citazioni per sdrammatizzare le problematiche legate alla figura del Premier, definendolo: “Un santo puttaniere, ma passerà alla storia come uno statista”. Sorpassando in questo modo anche le critiche del Presidente della Cei Cardinale Bagnasco, secondo il Ministro per l’Attuazione del programma di Governo, infatti, le parole dette dal Cardinale relative al malcostume in politica non fanno riferimento ad una sola persona, ma a tutti i cittadini. Certo che con queste nuove battute il Cardinale avrà di che criticare e forse non verso tutti i cittadini.

Elisa Minelli