Juventus, Agnelli: risanamento in campo e fuori

“Questo bilancio presenta una perdita intollerabile per una società per azioni, ma la Società ha già individuato sia le contromisure, sia le risorse necessarie per riportare la Juventus dove la sua storia di 114 anni l’ha posta. Grazie al sostegno manifestato dall’azionista di maggioranza Exor, la società ha già potuto dare avvio al Piano di sviluppo e si accinge oggi a varare un aumento di capitale che garantirà di proseguire sul terreno del risanamento in campo e fuori da campo”. È quanto si evince da una lettera che Andrea Agnelli, presidente della Juventus, ha inviato agli azionisti della società bianconera.

L’importanza del risultato economico. “È inutile tacere – continua la lettera di Agnelli – che parte del risultato economico oggi davanti ai nostri occhi sia stato determinato da una regolamentazione pubblica della ripartizione della principale fonte di ricavo, a dispetto della capacità di investimento e quindi di sviluppo posta in essere dai privati. Chi si propone di portare l’Italia ad eccellere in un settore non deve essere favorito, ma neppure penalizzato come è successo negli ultimi anni. Anche questa situazione ha contribuito ad aggravare la situazione dell’esercizio 2010-2011″.

M.N.